Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
  • Ritratto dell'arcivescovo Mieczyslaw MokrzyckiImmagine: Aiuto alla Chiesa che soffre ACN
  • [Translate to IT:]
    L`arcivescovo Mokrzycki resta li in Ucraine per le personeImmagine: Aiuto alla Chiesa che soffre ACN
  • [Translate to IT:]
    L`arcivescovo Mokrzycki in un centro di accoglienza per profughiImmagine: Aiuto alla Chiesa che soffre ACN
  • [Translate to IT:]
    La cattedrale die Lugano illuminate di rossoImmagine: Aiuto alla Chiesa che soffre ACN

L’arcivescovo ucraino sarà in Ticino per la RedWeek

L’arcivescovo di Leopoli (Lviv) visiterà il Ticino sabato 12 e domenica 13 novembre 2022. Riferirà sulla persecuzione dei cristiani in Ucraina durante il comunismo, sull’attuale guerra e le relative conseguenze per la Chiesa.

Agenda in Ticino del'arcivescovo metropolita Mons. Mieczyslaw Mokrzycki

Nella sua diocesi, dall’inizio della guerra, l’arcivescovo Mieczysław Mokrzycki ha eretto numerosi alloggi ecclesiastici di accoglienza per profughi. Una delegazione di «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)» ha potuto visitarli in aprile. Ora l’arcivescovo verrà in Svizzera nell’ambito della RedWeek, la settimana commemorativa e di preghiera per i cristiani perseguitati, per raccontare la persecuzione dei cristiani al tempo del comunismo e per parlare sulla situazione attuale in Ucraina. Per questa occasione, la cattedrale di Lugano verrà illuminata di rosso.

L’Opera caritativa e le chiese locali collaborano per gli aiuti di emergenza in Ucraina

Nella diocesi dell’arcivescovo Mokrzycki la Chiesa offre non solo alloggi per gli sfollati, ma anche assistenza spirituale, psicologica e medica. Organizza l’assistenza ai bambini e ai giovani ed aiuta a portare in salvo le persone dalla guerra. L’Opera caritativa «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)», finanziata esclusivamente attraverso donazioni, sostiene la Chiesa nelle sue azioni di soccorso in tutta l’Ucraina e contribuisce a garantire il sostentamento di sacerdoti e di religiosi, che continuano a stare con le persone e a fornire loro sostegno spirituale. A Leopoli, nella diocesi dell’arcivescovo Mokrzycki, «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)» contribuisce al ripristino della casa parrocchiale. Un’eccezione – poiché, prima di prendere in considerazione la ricostruzione di edifici ecclesiastici distrutti, l’Opera caritativa si occupa soprattutto di aiutare le persone. Non appena la guerra finirà, «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN) si impegnerà per la ricostruzione di strutture ecclesiastiche distrutte, come chiese, orfanotrofi e case per anziani.

RedWeek richiama l’attenzione sulla persecuzione dei cristiani

200 milioni di cristiani subiscono violenza, persecuzione e discriminazione e vengono impediti a professare liberamente il proprio credo. Per richiamare l’attenzione sulla loro sofferenza, dal 12 al 20 novembre le parrocchie, i conventi e i monasteri, sono invitati ad illuminare di rosso le proprie chiese e a ricordare la persecuzione dei cristiani con funzioni religiosi o conferenze. La campagna di sensibilizzazione avviene contemporaneamente in molti Paesi in tutto il mondo. Molte chiese in Svizzera sono coinvolte. Anche Lugano vi partecipa. Presso la Facoltà di teologia, nell’Aula Magna dell’Università della Svizzera italiana, l’arcivescovo ucraino terrà una conferenza sul tema “Fede, persecuzione, martirio” nella quale si soffermerà sulla situazione dei cristiani durante il comunismo e sull’attuale situazione in Ucraina. Nella Cattedrale di San Lorenzo (Lugano) l’arcivescovo Morkzycki celebrerà la Santa Messa delle 17.00. Domenica parteciperà ad una colazione per le famiglie presso l’Oratorio di Lugano e celebrerà la Santa Messa nella chiesa di Sant’Antonio Abate (Lugano).

L’arcivescovo Mieczysław Mokrzycki

Mieczysław Mokrzycki è arcivescovo e metropolita della Chiesa cattolica romana a Leopoli. Inoltre è il presidente della Conferenza dei vescovi romano-cattolici in Ucraina. Mieczysław Mokrzycki è nato nel 1961 in Polonia. Ha studiato teologia e filosofia a Lublin. Nel 1987 ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale. Ha conseguito il dottorato presso la Pontificia Università di San Tommaso d’Aquino a Roma. Dal 1996 al 2005 è stato segretario del santo Papa Giovanni Paolo II. Successivamente è diventato secondo segretario di Papa Benedetto XVI, accanto a Georg Gänswein.

Nel 2007 è stato nominato arcivescovo coadiutore dell’arcivescovado di Leopoli ed ordinato vescovo. Dopo il suo ritiro, Mons. Mokrzycki è succeduto al cardinale Jaworski come arcivescovo di Leopoli nel 2008.