Ottanta milioni di euro raccolti: 5.000 progetti realizzati in 136 Paesi di tutto il mondo

Nel 2007 "Aiuto alla CHiesa Che Soffre" ha ricevuto donazioni per quasi 80 milioni di euro dai suoi benefattori in 18 Paesi in Europa, America del Nord e del Sud e Australia. In Svizzera, sono stati raccolti poco meno di undici milioni di franchi.

RAPPORTO ANNUALE 2007

Nel 2007 l’Opera di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa Che Soffre“ ha ricevuto donazioni per quasi 80 milioni di euro dai suoi benefattori in 18 Paesi in Europa, America del Nord e del Sud e Australia. In Svizzera, sono stati raccolti poco meno di undici milioni di franchi svizzeri; la Francia si conferma il Paese dove le donazioni sono state più elevate, mentre la Polonia – dove nel 2006 è stato istituito il primo Segretariato in Europa orientale –ha contribuito con oltre un milione e mezzo di euro.

In 136 Paesi, ACCS ha sostenuto 5.096 progetti e iniziative presentati all’Opera dalle Chiese locali In Europa i maggiori aiuti sono stati destinati alle comunità cattoliche in Ucraina (4,4 milioni di euro) e in Russia, Paese nel quale, dall’inizio degli anni ’90, ACCS sostiene anche la pastorale della Chiesa ortodossa. Considerevole l’aiuto portato nei Balcani, dove l’Opera sta contribuendo alla costruzione del seminario a Subonica, in Serbia. In Asia, ne hanno invece beneficiato in particolare la Cina, il Myanmar e il Vietnam, Paesi nei quali la situazione della Chiesa è particolarmente difficile; in Africa di particolare rilievo sono state le iniziative per la Chiesa nella Repubblica Democratica del Congo e in Sudan. In America Latina, grande attenzione a Cuba e al Brasile, alla Colombia e al Perù: ovunque, nel continente latino-americano, sono state tenute presenti le priorità pastorali indicate nell’Assemblea plenaria del CELAM, tenutasi lo scorso anno ad Aparecida.

I progetti di costruzione di edifici religiosi hanno rappresentato la fetta più grande degli aiuti (28%): sono state costruite o ristrutturate 600 chiese e cappelle, 206 conventi, 82 seminari, 10 noviziati, 173 presbiteri e 275 centri pastorali o parrocchiali. Con il 14,3% la formazione teologica occupa il secondo posto tra i settori di intervento (sono stati sostenuti negli studi 15.743 seminaristi), mentre il 14,2% delle entrate è stato costituito da 1.300.000 intenzioni di Sante Messe. Il sostegno all’apostolato nei mass-media ha impegnato l’8,7% degli aiuti e, in questo ambito, un progetto di particolare importanza è quello riguardante «Blagovest Info», un’emittente interconfessionale dei cattolici e degli ortodossi in Russia.

Come raccomandato dal Santo Padre Benedetto XVI nel messaggio indirizzato ad ACCS in occasione del 60° anniversario della fondazione celebrato nel 2007, massima attenzione è stata data alla Chiesa in Medio Oriente che ha ricevuto aiuti per oltre 2 milioni di euro. Infine, più di un milione di Bibbie del fanciullo sono state distribuite nel corso del 2007 e l’edizione in lingua portoghese ha tagliato il traguardo dei 10 milioni di copie.

Ottanta milioni di euro raccolti: 5.000 progetti realizzati in 136 Paesi di tutto il mondo_88