Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
  • [Translate to IT:] Schweres Erdbeben in Haiti.Haiti, 14.08.2021
  • [Translate to IT:] Schweres Erdbeben in Haiti.Haiti, 14.08.2021
  • [Translate to IT:] Thomas Heine Geldern (ACN International Executive President)
  • [Translate to IT:] Schweres Erdbeben in Haiti.Haiti, 14.08.2021

Haiti: "Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS/ACN) concede 500.000 euro di aiuti di emergenza dopo il terremoto

L'Organizzazione cattolica internazionale "Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)" ha lanciato un pacchetto di aiuti di emergenza del valore di mezzo milione di euro dopo il devastante terremoto di magnitudo 7,2 del 14 agosto 2021. Secondo le informazioni preliminari dell'autorità di gestione del disastro di Haiti, lunedì 16 agosto, un totale di oltre 1300 persone sono morte finora e almeno 5700 sono state ferite.

"Abbiamo ricevuto rapporti drammatici. Il terremoto colpisce un paese indebolito da conflitti politici. È passato appena un mese dall'assassinio del presidente, Jovenel Moïse, all'inizio di luglio. Il paese è colpito da un'ondata di violenza e rapimenti. Continuiamo a ricevere notizie di siccità e carenza d'acqua che colpiscono duramente la popolazione rurale - e ora il terremoto di sabato ha inferto un altro colpo devastante a migliaia di famiglie. È una situazione fatale e la gente è profondamente traumatizzata", ha commentato il presidente esecutivo della Pontificia Fondazione Internazionale ACN, il dottor Thomas Heine-Geldern.

ACN è in contatto con le diocesi più colpite per identificare dove c'è più bisogno ora. "Il terremoto, il cui epicentro si trovava a circa 160 chilometri dalla capitale, ha colpito soprattutto il sud del paese, soprattutto le diocesi di Les Cayes, Anse-á-Veau e Jeremie. Ha interrotto l'unica via d'accesso a Jeremie, quindi abbiamo poche informazioni su questa parte dell'isola. Ma sappiamo che anche questa regione è stata duramente colpita", ha detto il dottor Heine-Geldern.

"Allo stesso tempo, siamo sollevati dal fatto che i nostri partner del progetto abbiano smentito le voci secondo cui il vescovo di Les Cayes, il cardinale Chably Langlois, è stato gravemente ferito e sepolto. La casa del vescovo a Les Cayes è stata completamente distrutta, ma il cardinale stesso è riuscito a fuggire in tempo", ha detto il dottor Heine-Geldern.

"Vediamo i grandi sforzi della Chiesa per dare speranza alle persone nella loro situazione disperata, nonostante tanti disastri naturali e in mezzo alla violenza e alla povertà estrema. In questo momento difficile, non possiamo abbandonare questa Chiesa che sta lottando per portare il suo popolo.

Guardiamo con la massima preoccupazione l'uragano che si avvicina alla costa. Vi chiediamo di pregare per Haiti, per tutti coloro che hanno perso i loro cari, che sono stati feriti e che hanno perso tutto. Che Nostra Signora del Perpetuo Soccorso, Patrona e Protettrice di Haiti, porti aiuto e conforto a tutti loro", ha concluso il presidente esecutivo di ACN.